Climatizzatore portatile da Lidl, opinioni

Il climatizzatore, per definizione, permette di raggiungere un clima confortevole in un ambiente di casa, regolando automaticamente temperatura e umidità. Caratteristiche e specifiche tecniche del modello a marchio Comfee venduto da Lidl. Prezzo. Opinioni sul prodotto. Alternative.

In alcuni periodi di promozione possiamo acquistare nei supermercati della catena Lidl un climatizzatore portatile, modello Comfee' Mobile 7000.
Garanzia di 3 anni, garanzia soddisfatti o rimborsati di Lidl. Certificazioni GS e TÜV Sud relative a qualità, sicurezza, e affidabilità.
Prodotto ecologico, per il suo funzionamento impiega il gas Eco Friendly R290.
Prezzo 179,00 euro.

Funziona come climatizzatore, deumidificatore e ventilatore.


Il prodotto è a marchio Comfee' dell'azienda Midea Italia s.r.l con sede a Saronno (VA). Da alcune ricerche sembra trattarsi del modello conosciuto all'estero come Comfee' MPPH-07CRN7, e a cui si riferiscono alcune delle specifiche di seguito riportate.

- Potenza refrigerante 7000 BTU (2,0 kW)
- Assorbimento massimo 0,8 kWh (755 W)
- EER (Energy Efficiency Ratio) 2,7
- Classe efficienza energetica "A"
- Rumorosità massima 63 dB
- Flusso aria 286 m³/h
- Adatto per ambienti fino a 25 m² (70 m³)
- Deumidificazione fino a 43L/24h (con umidità 80% a 30 °C)
- Autorestart (in caso di interruzione di corrente si riaccende da solo e con le stesse impostazioni)
- Ruote per un facile spostamento
- Dimensioni 703 x 355 x 345 mm (A x L x P)

Pannello superiore con display LCD, pulsante di accensione, scelta modalità, e pulsanti + e - per impostare la temperatura desiderata.

Si può inoltre utilizzare dal telecomando, anch'esso con display LCD, retroilluminato e maggiormente informativo, che tra le altre cose permette anche di impostare il timer fino a 24 ore.



Opinioni
Trattandosi di un Climatizzatore Portatile, non richiede alcuna installazione professionale, cosa che invece accade con i climatizzatori fissi da parete.
In questo caso basta collegare la spina ad una presa di corrente e accenderlo.

Il vantaggio in termini economici è notevole in quanto l'installazione di un climatizzatore fisso può costare anche diverse centinaia di euro, in base al tipo di lavori da effettuare e della zona in cui ci troviamo. In taluni casi si va a spendere più per installarlo che per acquistarlo.

L'altro vantaggio risiede nella possibilità di poterlo facilmente spostare da una stanza all'altra, si può usare di volta in volta dove ne abbiamo bisogno.

Certo rimane l'impiccio del dover posizionare il tubo per lo scarico dell'aria calda, attraverso una finestra o porta socchiusa.
A tal proposito c'è anche chi pratica un buco nel muro o sul vetro per garantire la migliore efficienza limitando l'entrata dell'aria dall'esterno. Oppure si possono impiegare delle apposite guarnizioni per finestre.


Climatizzatori e condizionatori, tutti nessuno escluso, sono degli scambiatori di calore, assorbono il calore dagli ambienti interni e lo veicolano verso l'esterno, è quindi necessario un canale per mandare l'aria calda fuori.

Questa è una condizione assoluta a cui non possiamo sfuggire, non esistono modelli super tecnologici, moderni o chissà quanto avanzati che non rispettino tale regola, un vero climatizzatore ha sempre bisogno di un tubo di scarico. Chi sostiene il contrario vi sta prendendo in giro, maggiori info in proposito in fondo a questo articolo.

In quelli fissi la cosa non si nota in quanto i buchi nel muro vengono praticati al momento dell'installazione, nei portatili il tubo è più visibile ma è lo scotto da pagare per avere un sistema senza installazione, e trasportabile da un punto all'altro di casa.


Parlando specificatamente del modello venduto da Lidl, sebbene l'azienda che lo propone sia italiana, sulla confezione è chiaramente visibile la dicitura Made in P.R.C. (repubblica popolare cinese). Nulla di grave intendiamoci, la stragrande maggioranza degli apparati in questo settore sono made in china; ma mi sembrava comunque corretto segnalarlo.

Potenza non molto elevata, quei 7000 BTU sono il minimo indispensabile per un climatizzatore. Ad ogni modo sono sufficienti per raffreddare in tempi ragionevoli una tipica stanza di casa.
La potenza refrigerante è altresì importante perché, quando nell'ambiente vengono raggiunti i gradi impostati, il dispositivo rallenta o si ferma temporaneamente al fine di mantenere costante la temperatura, diminuendo di molto il consumo energetico.

La rumorosità è nella media per quanto riguarda gli apparati portatili, insomma quando è acceso si sente. Quelli fissi invece, avendo l'unità motore fuori casa, possono risultare all'interno più silenziosi.

Il prezzo è conveniente. Con tale cifra generalmente ci si compra al più un buon raffrescatore (ventilatore evaporativo ad acqua senza compressore).
Altri strumenti sul mercato, con caratteristiche simili, si prendono spendendo almeno una cinquantina di euro in più.

Per approfondire: Migliori climatizzatori portatili
Una completa trattazione sugli strumenti portatili per la climatizzazione, quali vantaggi e svantaggi presentano rispetto agli apparati fissi. Migliori modelli sul mercato in rapporto a qualità, consumo e prezzo.



In conclusione, ritengo si tratti di uno strumento valido, con funzionalità adeguate per le esigenze di molte persone, ottimi sia il prezzo che le garanzie offerte. Penso di poterlo consigliare senza riserve.

Se cercate invece un apparato più potente o comunque con diverse caratteristiche, sappiate che in commercio si trovano tanti modelli altrettanto validi.
Quello che vedete qui a destra è un climatizzatore della serie Dolceclima Compact di Olimpia Splendid, con potenza refrigerante di 9000 BTU, ma disponibile anche nelle varianti da 8000 o 10.000 BTU. Gas ecologico, rumorosità limitata, e sistema di smaltimento automatico dell'acqua di condensa del deumidificatore.

Infine una piccola ma importante nota. A volte il termine climatizzatore viene utilizzato a sproposito. Per un vero climatizzatore, e quelli di cui parliamo in questo articolo lo sono, viene specificata la potenza refrigerante in BTU, permettono di impostare una determinata temperatura, raggiungerla e mantenerla costante nel tempo, e hanno sempre bisogno di un tubo per lo scambio di calore con l'esterno. Tutti gli altri sono semplicemente delle cose diverse.