Gel disinfettanti per le mani, guida alla scelta

In questo periodo in cui si affronta la diffusione del contagio da coronavirus (Covid-19) gli strumenti di protezione più ricercati sono mascherine, guanti e gel igienizzanti per le mani.




In commercio se ne trovano tanti, e alcune aziende hanno iniziato a produrli proprio in virtù della grande richiesta. Ma sono tutti ugualmente efficaci?


A base di alcool
Le varie tipologie di alcol (etilico, isopropilico ed altri) si sono dimostrate molto efficaci nel combattere virus, funghi e batteri. Al punto che vengono consigliati per tale scopo anche dall'organizzazione mondiale della sanità.

Tra i vantaggi dell'alcool c'è quello di agire in tempi molto rapidi, può effettivamente svolgere la sua azione disinfettante nelle poche decine di secondi che impieghiamo nello sfregare il gel tra le mani.

L'ideale sarebbe un gel con alcol in misura del 70-75%, va benissimo anche al 60%. Al limite, in mancanza d'altro, può essere considerato accettabile se superiore al 50%, ma l'efficacia può risentirne.

Anche Altroconsumo ha effettuato un test a confronto fra vari disinfettanti Gel, reputando tutti quelli con alcool inferiore al 60% semplicemente come inefficaci.

Se la percentuale non viene dichiarata dal produttore, un modo per riconoscere un buon prodotto è almeno quello di verificare che l'alcol sia riportato come primo ingrediente, quindi presente in maggiore quantità. Se invece troviamo l'acqua come primo ingrediente, la quantità di alcol sul totale potrebbe non essere sufficiente.


Virus e presidio medico chirurgico
Alcuni gel, specialmente quelli con elevate percentuali di alcool sono dichiarati espressamente come validi contro i virus. Altri invece riportano in etichetta solo la dicitura generica per germi e batteri.

Taluni prodotti poi hanno la certificazione come Presidio medico chirurgico, con autorizzazione del Ministero della Sanità. Ciò offre ovviamente maggiori garanzie su qualità, sicurezza ed efficacia.

In realtà sono pochi i prodotti con queste caratteristiche. Tanto per fare degli esempi, il Lysoform Medical Gel e l'Amuchina Gel Xgerm sono presidi medici chirurgici e indicati come attivi anche contro i virus, mentre ciò non vale per l'Amuchina Gel Aloe.

Tra i gel che si vedono nell'immagine all'inizio di questo stesso articolo, solo il Laurit (acquistato da Lidl, disponibile in passato anche da Auchan) è presidio medico chirurgico e dichiarato come efficace per eliminare i virus.
Peraltro da Lidl è anche molto conveniente, solo 1,99€ per il flacone da 125 ml.


E i disinfettanti a base di cloro?
Anche il cloro può risultare valido contro alcuni microorganismi, ma agisce in tempi decisamente più lunghi.

Magari va bene quando si usa acqua e candeggina (ipoclorito di sodio) per pavimenti e altre superfici di casa, lasciando agire la soluzione per oltre 10 minuti, o fino a che si asciughi naturalmente.

I disinfettanti liquidi per la cute sono talvolta a base di benzalconio cloruro. Esempi di prodotti commerciali: Bialcol Med oppure Lysoform Medical. Tale principio attivo è nel complesso utile contro i batteri, si è però dimostrato poco valido contro i virus.

In generale, parlando di disinfezione delle mani, i prodotti a base di benzalconio cloruro sono molto meno efficaci rispetto ai disinfettanti in gel a base di alcool.