Rilevatore di fumo da Lidl, recensione, opinioni

Un apparecchio rilevatore antifumo ha lo scopo di verificare la presenza di fumo, quindi eventuali incendi e alcune condizioni dell'aria che possono rivelarsi pericolose per l'uomo.

In questi giorni i supermercati della catena Lidl presentano due rilevatori di fumo a marchio Uni. Il più economico ha un prezzo di 4,99€ e funziona con una normale batteria da 9V che deve essere sostituita ogni anno. Quello da 12,99€ è sostanzialmente identico ma prevede una batteria interna al litio con una autonomia di 10 anni. Entrambi hanno una durata indicativa di circa 10 anni, dopo tale tempo devono comunque essere sostituiti con nuovi apparati.

Confezione
Personalmente ho acquistato il modello da 4,99€. Non per vera convenienza, nel corso degli anni il cambio delle batterie ben compensa la differenza di prezzo, quanto piuttosto per curiosità, per provarlo e vedere se effettivamente ne vale la pena.

All'interno della confezione il corpo centrale del sensore con l'emettitore acustico, una batteria da 9V a marchio Gold Peak (GP), due stop con relative viti ed un dettagliato manuale utente in Italiano.
Il prodotto è realizzato in Cina e importato da una azienda tedesca, gode delle normali certificazioni di legge per apparecchi di questo tipo (EN 14604:2005/AC:2008).


Montaggio ed uso sono abbastanza semplici, realizzabili più o meno da qualsiasi utente. In pratica bisogna effettuare due buchi nel muro in corrispondenza dei fori nella staffa, quindi inserire gli stop e bloccare il blocco posteriore con le apposite viti. A quel punto possiamo inserire la batteria nel vano e fissare il sensore sulla staffa ruotandolo in senso orario.
In alternativa, anche se non è previsto nel manuale, credo di possa impiegare del buon nastro biadesivo, in tal modo si evita di dover bucare le pareti.

A proposito di installazione, sul manuale sono riportate tutte le indicazioni per un posizionamento ottimale. In linea di massima si dovrebbe installare un sensore in ogni stanza, a parete o sul soffitto. Se si dispone di un solo rilevatore posizionarlo magari nella stanza con più apparecchiature elettroniche che possano generare cortocircuiti, o dove c'è un camino o una stufa. Oppure nel corridoio, in tal modo il fumo viene intercettato prima che arrivi alle stanze da letto. Ogni abitazione è un caso a se, e l'installazione deve essere valutata con attenzione.

Funzionamento
Trattasi di un rilevatore fotoelettrico. Questo presenta una camera interna che periodicamente viene illuminata da una piccola luce, quando il fumo raggiunge questa camera la luce viene rifratta in modo diverso e l'allarme scatta. Quindi un funzionamento puramente ottico.
Tale soluzione presenta un basso livello di falsi allarmi, risulta molto veloce ed ha una durata abbastanza ampia, in questo caso 10 anni complessivi.
Altri rilevatori di fumo sul mercato sono invece a ionizzazione, tramite una reazione chimica rilevano le parti per milione (ppm) di monossido di carbonio (CO) nell'aria. Utili in quanto il monossido di carbonio può risultare letale anche in mancanza di evidente fumo, insomma scattano anche con ciò che non si vede, di contro sono generalmente più lenti, soggetti a falsi allarmi e presentano una durata limitata al massimo a 2 anni.
Insomma, pur avendo dei limiti, il sensore fotoelettrico risulta valido e presenta alcuni vantaggi.

Un piccolo led rosso lampeggia circa ogni 30 secondi a segnalare l'attività dell'apparecchio. Almeno ogni settimana è consigliabile fare un controllo premendo per 5 secondi il pulsante al centro, viene effettuato un test della camera ottica ed il bip sonoro viene diffuso per alcune volte.

La potenza sonora dichiarata è di 85 decibel fino a 3 metri di distanza dal rilevatore. Ben udibile, giustamente molto fastidioso, anche nelle stanze adiacenti a quella in cui è posizionato. Parlando di casa a più piani, tra un piano e l'altro si sente, ma in caso di sonno profondo durante la notte potrebbe non essere sufficiente per svegliare le persone. Poi, anche in questo caso, tutto dipende da configurazione e struttura della propria abitazione.


La batteria in dotazione ha una autonomia di 1 anno (10 anni per il modello più costoso). Quando è quasi scarica, l'apparato avverte tale condizione emettendo un breve bip ogni 32 secondi, a quel punto è necessario provvedere alla sostituzione della batteria con un'altra analoga.

Funziona davvero? Parlando di test periodico sembra andare benissimo. Fortunatamente non ho avuto modo di sperimentare la sua piena funzionalità. A dirla tutta, spero sinceramente di non scoprire mai quanto sia valido. Insomma, non mi dispiace affatto comprarlo, posizionarlo e non sentire mai il suo bip di allarme, mi accontento del suo test settimanale.
Conclusioni
Rilevatore di fumo economico ma ben costruito, le plastiche appaiono solide e la progettazione razionale. Una volta installata la batteria risulta funzionante e attivo per un anno o più. Paradossalmente posso usarlo anche appoggiato su una scrivania o una superficie verticale qualsiasi, anche se non si tratta del posizionamento ideale.
Buona la durata dichiarata, ben 10 anni contro i tipici 1-2 anni dei sensori chimici. La rilevazione ottica con sensore fotoelettrico presenta pro e contro, ma risulta più che sufficiente in molte situazioni, tanto più che viene impiegata anche in ambiti professionali.

Non mi piace il fatto che sia dotato unicamente di viti con stop, qualora voglia installarlo senza fare buchi devo premunirmi di nastro biadesivo.

In definitiva, trattasi di uno strumento utile per aumentare la sicurezza all'interno della nostra casa. Apparati con funzionalità simili hanno costi nell'ordine di decine di euro, pertanto il prezzo proposto da Lidl appare più che conveniente, praticamente un affare.

Certo, è specificato anche nelle istruzioni, non rileva tutte le condizioni di pericolo e in alcune situazioni potrebbe rivelarsi inefficace.
Per aumentare ancor più il livello di sicurezza potrei pensare di prenderne più d'uno, e magari anche un rilevatore di CO con funzionamento chimico. Essenziale in ogni casa anche un rilevatore per il gas metano, o Gpl nel caso si utilizzino bombole.