Philips Airfryer prova e recensione, prezzo più basso

Strumento di cottura che permette di cuocere al pari di una tradizionale friggitrice usando poco o niente olio. E' un buon prodotto? Può davvero sostituire la friggitrice? Prova e recensione, opinioni personali. Acquistarlo al prezzo migliore.

Le friggitrici ad aria diventano sempre più importanti nella nostra cucina ed utilizzate da un numero crescente di persone. Fondamentalmente permettono di friggere cibi di vario tipo impiegando una quantità minima di olio, o addirittura per niente.

Dovendo dotarmi di uno strumento di questo tipo, la scelta è ricaduta sul modello Philips Airfryer HD9220 bianco. Ho scelto questo colore semplicemente perché si intonava meglio con la cucina. Acquistato su Amazon al prezzo di circa 160 euro compresa spedizione, abbastanza conveniente tenendo conto che il costo di listino sullo shop online Philips è di 199,99€.

La recensione
Esteticamente un bell'elettrodomestico, con linee sufficientemente morbide ed eleganti. Ovviamente è più adatto ad una cucina moderna. Occupa un discreto spazio, quindi bisogna accertarsi di avere un piano libero su cui poggiarlo.
Naturalmente possiamo tenerlo nella scatola e tirarlo fuori solo al bisogno, ma nel mio caso è risultato talmente pratico da usarlo abbastanza spesso, e quindi abbiamo scelto di averlo sempre pronto all'uso.

Il principio di funzionamento è decisamente semplice, una resistenza riscalda l'aria e la ventilazione la fa circolare all'interno del cestello. Questa aria ad altissima temperatura arriva sulla superficie del cibo rendendolo croccante, il calore naturalmente si spande e quindi viene cotto anche all'interno.

I risultati migliori da un punto di vista gustativo si ottengono impiegando una minima quantità di olio.
Ad esempio, affetto delle comuni patate e le metto in un recipiente con un cucchiaio di olio, le giro in modo che questo si sparga su tutta la superficie, quindi le posiziono nel cestello, imposto la temperatura e avvio il timer. Per alcune preparazioni è consigliabile preriscaldare l'airfryer prima della cottura vera e propria.

L'aria calda tecnicamente permette all'olio di friggere, realizzando quindi una frittura rendendo croccante la parte superficiale. Il principale vantaggio è quello di usare una quantità di olio molto bassa, per fritture più leggere e digeribili. Interessante anche dal punto di vista economico.

Naturalmente è possibile usarla completamente senza olio, ma in questo caso la cottura è più vicina a quella ottenibile con un forno tradizionale oppure con il grill. Cionondimeno è sempre di buon livello, e sufficientemente veloce, sicuramente utile per una alimentazione sana con pochi grassi.

Parliamo ora dei limiti. Il cestello ha una capienza per circa 800 grammi di cibo, ma i risultati migliori si ottengono con quantitativi minori. Di fatto l'aria calda frigge solo all'esterno, se metto tanto materiale rischio di avere troppe superfici a contatto che non vengono raggiunte dall'aria. Questo è anche il motivo per cui conviene aprire il cestello e agitarlo in modo da muovere il cibo in esso contenuto, indicativamente io lo faccio una sola volta circa a metà cottura.

Per cosa si può usare? Tecnicamente per ogni cibo che possa essere fritto o cotto al forno. Ottimo per le patatine prefritte e surgelate del supermercato, supplì, crocchette di pollo o patate, ma anche le normali patate pelate e tagliate a bastoncino. Utilizzabile direttamente sui cibi surgelati, non è necessario scongelarli.

Buoni risultati con verdure grigliabili, carne e pesce, pastellati e non. Si può usare anche per dolci come i muffin o piccole torte.
Personalmente apprezzo moltissimo il modo in cui cuoce le alette di pollo, leggermente croccanti all'esterno e cotte correttamente nella parte interna. In ogni caso è preferibile usare questa friggitrice con alimenti in pezzi abbastanza piccoli, così da permettere all'aria di toccare più superficie possibile.
Comunque, ricordatevi sempre di aprire il cestello e scuoterlo per girare il cibo al suo interno.

Alcuni alimenti pastellati contengono già un minimo quantitativo di olio, in questo caso la cottura risulta di buon livello senza aggiungerne altro.
Insieme al prodotto trovate un comodo ricettario, utile per avere una idea generale sulle preparazioni realizzabili con questo strumento.

I tempi di cottura sono generalmente più lunghi di una friggitrice ad immersione. Questo aspetto all'inizio crea un po' di problemi, almeno fino a che non si prende dimestichezza con lo strumento. Insomma, nel primo periodo di utilizzo sarebbe bene fare qualche prova per conoscerlo al meglio e regolarsi.

Una sera è stato sfruttato per una cena con ben 7 persone, tutta a base di cibi cotti con l'Airfryer. Una sorta di prova generale, per mettere la macchina sotto stress e raccogliere le opinioni dei commensali. Mentre mangiavamo una portata ne cuocevamo un'altra per limitare i tempi morti. In tal modo l'attesa tra un piatto e l'altro non risultava eccessiva.
La quantità di cibo cotto ogni volta è generalmente sufficiente per 2-3 porzioni, essendo più persone alla fine abbiamo mangiato con tantissimi stuzzichini, una cena sicuramente diversa dalle classiche con primo secondo e contorno, ma comunque molto gradevole.
Nel complesso sono rimasti tutti soddisfatti del buon gusto conferito ai cibi, e alcuni davvero non riuscivano a capacitarsi di come sia possibile ottenere sapori simili a quelli di una normale frittura senza usare olio.

Facile la pulizia dal momento che le parti a contatto con il cibo possono essere lavate in lavastoviglie.

Grazie ad un apposito filtro integrato nell'apparecchio, non si dovrebbe sentire la tipica puzza di fritto che impregna gli abiti e l'ambiente. In realtà l'abbattimento degli odori non è totale, insomma qualcosina fuoriesce e un minimo di odore si sente. Comunque nulla di paragonabile al puzzo generato da una frittura in padella.

In conclusione, è uno strumento forse non essenziale ma sicuramente utile, specialmente quando dobbiamo preparare piccole quantità di cibo che renderebbero sconveniente l'uso del forno. I risultati sono di buon livello, leggermente diversi da quelli ottenuti da una friggitrice ma con grandi vantaggi dal punto vista economico e salutistico. Ottimo per chi ha bambini golosi di patatine fritte. Nel tempo si impara ad usarlo bene e a sfruttarlo per molte preparazioni.

La Philips ne propone anche un modello superiore, l'Airfryer Avance XL HD9240. Questo presenta un cestello con maggiore capacità per cuocere fino a 1,2 kg di cibo, quantità che secondo l'azienda sarebbe utile per 5 porzioni. Inoltre offre un display lcd a controllo digitale. Purtroppo sale anche il prezzo, di listino viene 299€ ma in giro è già possibile acquistarlo con rilevanti sconti.