Tronic batterie ricaricabili da Lidl, opinioni

Batterie Ni-Mh pronte all'uso e ricaricabili fino a 1000 volte. Opinioni sul prodotto, prezzo, misura della capacità reale, considerazioni varie e confronto con altre batterie.

Le batterie ricaricabili possono rappresentare una grande occasione di risparmio sul medio e lungo periodo. Anche se questa soluzione necessita di un investimento iniziale per l'acquisto di un caricabatterie decente, e appunto delle pile ricaricabili.

In diverse occasioni, durante l'intero anno, da Lidl possiamo trovare in offerta alcuni set di batterie ricaricabili Ni-Mh a marchio proprietario Tronic.

Versione 2019
In realtà si tratta solo di un restiling estetico, a cui però si accomuna anche un aumento di prezzo.



Al momento in cui scrivo sono disponibili nei seguenti formati:
- Stilo (AA), capacità 2400 mAh
- Ministilo (AAA), capacità 950 mAh


Ogni blister contiene 4 batterie ed ha un prezzo di 4,49 euro.

Le batterie appaiono di colore nero con una fascia verde sul lato del polo positivo. Supportano fino a 1000 cicli di carica/scarica.

Sono LSD, a bassa autoscarica, e vengono vendute come pronte all'uso, in ogni caso viene consigliato di caricarle completamente prima del primo utilizzo. Dopo un anno mantengono il 75% di carica.

La capacità completa viene raggiunta indicativamente dopo 5 cicli di carica-scarica. Sulla confezione viene indicato un tempo di carica di 7 ore a 480 mAh per le AA, e 190 mAh per le AAA.

Versione 2018 e anni precedenti
La linea classica ha una colorazione grigio/nero con striscia verde. A volte le si trova invece con una copertura esterna coloratissima e glitterata.



Questi i formati che sono stati proposti nel corso del tempo:

AA Stilo 1,2 volt 2400 mAh - 4 pezzi
AAA Ministilo 1,2 volt 950 mAh - 4 pezzi
C mezza-torcia 1,2 volt 4000 mAh - 2 pezzi
D torcia 1,2 volt 4500 mAh - 2 pezzi
9V Transistor 200 mAh - 1 pezzo


Pronte per l'uso e in grado di sostenere 1000 cicli di ricarica. La corrente di carica consigliata è di 7 ore/480 mAh per le AA, 7 ore/190 mAh per le AAA.

Prezzo 3,99 euro per ogni blister. Trattasi di batterie LSD, Low Self Discharge (ove dichiarato), ovvero a bassa autoscarica, mantengono dopo un anno almeno il 75 % di carica residua, quindi non dobbiamo preoccuparci di ricaricarle continuamente se non utilizzate.
Vengono vendute come pronte all'uso, sono utilizzabili fin da subito, appena fuori dalla confezione. Ma, la piena capacità si ottiene solo dopo i primi cicli di ricarica.

Alcune caratteristiche:
- struttura in metallo a prova di perdita
- a tenuta di gas
- precaricate per un uso immediato
- bassa autoscarica
- supportano la carica veloce (7 ore)
- garantite fino a 1000 cicli di carica/scarica



Talvolta viene venduto anche un caricabatterie sempre a marchio Tronic. Prezzo 9,99 euro, permette di ricaricare fino a 6 batterie contemporaneamente, comprese quelle da 9 volt.

Opinioni, test, recensione
Si tratta di buone batterie? Vale la pena acquistarle?

Il prezzo è ottimo. Difficilmente si trovano in giro ricaricabili LSD per tale cifra.

Qual è la reale capacità? Innanzitutto è bene fare una premessa, queste batterie come altre sul mercato necessitano almeno di 5 cicli di scarica e carica prima di raggiungere la loro effettiva e massima capacità in mAh.

In questo sito sono riportate informazioni molto dettagliate. A seguito di più cicli di carica un utente ha rilevato una capacità di circa 900 mAh sulle AAA e 2250 mAh sulle AA, valori di poco inferiori a quanto dichiarato (950 per le AAA, 2300 per le AA). Risultati ottimi, confrontabili con le pile di marchi molto noti sul mercato (es Eneloop di Sanyo-Panasonic) e dal costo ben più elevato.
Nel rapporto qualità prezzo sono quasi imbattibili.

Queste batterie si mostrano efficienti e valide anche sul lungo periodo, a distanza di anni? Suppongo di si, d'altronde i cicli di ricarica dichiarati sono tanti. In ogni caso si tratta di moderne pile con tecnologia NiMH, a bassa autoscarica, molto affidabili, e spesso recuperabili anche se scariche a fondo (al contrario di quanto accade invece per quelle al litio).

Aggiornamento 2018: grazie ad un caricabatterie avanzato (Xtar VC4) ho potuto  misurarne la capacità effettiva. Rilevando con grande sorpresa per le AA una carica persino superiore ai 2400 mAh dichiarati, dato eccellente.
Inoltre posso testimoniare che superano egregiamente la prova del tempo, le prime sono state acquistate un paio di anni fa e, a seguito di diversi cicli di ricarica, la capacità appare pressoché invariata.
Soddisfazione completa!


Nota: Le Tronic Eco non devono in alcun modo essere paragonate alle precedenti Tronic che nei test negli anni passati hanno mostrato capacità davvero basse rispetto a quanto dichiarato. Queste nuove Eco sono LSD, e a quanto pare la dichiarazione sulla capacità di carica è onesta. Per quello che costano sono sicuramente un buon affare.

Unico importante aspetto negativo. Le dimensioni sono leggermente superiori alle tradizionali batterie alcaline, almeno per quanto riguarda le AA. Nel mio caso, in taluni apparecchi non ho alcun problema nell'usarle, in altri entrano a forza e si rischia di rovinare leggermente la copertura esterna, in altri ancora (per fortuna sono casi rari) proprio non c'è verso di farle entrare risultando di fatto inutilizzabili.

Al di fuori del periodo di promozione non è facile trovarle. Fortunatamente vanno in offerta periodicamente, quindi basta aspettare il momento giusto per comprarle.

In alternativa potete ovviamente usare le Eneloop prodotte da Panasonic (prima da Sanyo). Considerate lo standard nel settore, altissima qualità e durata nel tempo, bassa autoscarica e buona capacità. Rappresentano indubbiamente un'ottima scelta.

Tronic Professional
Sempre nel 2018 è stata introdotta una linea definita Tronic Professional, stesso prezzo ma con capacità maggiorata.

- AA 2500 mAh
- AAA 1000 mAh
- 9V 250 mAh

In questo caso il colore delle pile è nero/grigio con strisce rosse.
Per apparati ad elevato assorbimento o che traggono beneficio da una capacità più elevata.
Sulla confezione non è riportata la dicitura LSD (low self discharge) e non c'è alcuna indicazione sulla quantità di cicli di carica/scarica a cui possono essere sottoposte.

Dai miei test ho rilevato effettivamente una buona capacità, leggermente superiore alle Tronic standard. Dopo averle caricate completamente, l'autoscarica si attesta mediamente intorno al 15% dopo due mesi di stoccaggio.

Non male. Tecnicamente possiamo definirle a bassa autoscarica. In fondo le vecchie Ni-Mh o Ni-Cd si scaricavano completamente in pochi mesi anche se non utilizzate.

Comunque, nulla a che vedere con le Eneloop Panasonic che sono in grado di mantenere il 70% di carica anche dopo 10 anni di stoccaggio, e permettono 2100 cicli di carica. Certo costano molto di più, ma in termini di durata sono davvero impressionanti.