Sorbettiera Silvercrest da Lidl

Semplice apparecchio per preparare sorbetti in casa con la massima semplicità e senza fatica. Come funziona. Prezzo. Opinioni personali. Altri modelli con funzionamento simile.


I sorbetti fatti in casa sono più salutari perché realizzati con ingredienti naturali e di cui siamo perfettamente a conoscenza, solo frutta e al limite un filo di acqua o dello zucchero. Senza latte, panna o uova al contrario dei gelati.

Le sorbettiere ad uso casalingo rendono poi il processo estremamente semplice. Basta congelare la frutta, inserirla all'interno e lasciare che la macchina la triti finemente ricavandone un prodotto dalla consistenza cremosa.

In questi giorni Lidl propone una sorbettiera a marchio Silvercrest. Disponibile nei colori verde-bianco, o fucsia-bianco. Motore con potenza di 200W.
Dispone del marchio CE oltre alle certificazioni tedesche GS e TUV in merito a sicurezza e qualità dei materiali.
Il prezzo è di 24,99 euro.

Naturalmente è consigliabile tagliare i frutti più grandi, come mela ananas o banana, in piccoli pezzi prima del congelamento. Per i frutti di bosco o le fragole non è invece necessario alcun trattamento preventivo. L'importante è lavare tutto per bene prima.

Sicuramente un prodotto interessante per tutti coloro amino il sorbetto. Il fatto di poterlo realizzare in casa partendo dalla semplice frutta può inoltre stimolare il consumo di questo salutare alimento con tutte le sue preziose vitamine.
La potenza è adeguata ed il prezzo davvero conveniente.
Unico problema, al di fuori del periodo di offerta è praticamente impossibile acquistarlo.

Parlando di alternative. Abbiamo in passato già parlato del Tutty Fruity, una sorbettiera con funzionalità simili. Dal prezzo più elevato ma ha in dotazione diversi beccucci per dare sfogo alla nostra fantasia creativa.
Lo Yonanas prodotto da Princess ha un costo di poco superiore a quello Lidl. Medesima potenza del motore. Gode di un ampio apprezzamento e numerose recensioni positive.

In ogni caso ricordatevi che per sfruttare al meglio questi strumenti è necessario fare delle prove e comprendere bene la consistenza dei vari tipi di frutta congelata. Nei vostri mix sfruttate molto le banane perché rendono il sorbetto denso e cremoso. In taluni casi è consigliabile lasciar scongelare la frutta per 10-20 minuti al fine di rendere più facile il processo.
Insomma bisogna provare e prenderci la mano, ma ne vale davvero la pena, e la salute ringrazia.