Tappi e pompa sottovuoto per bottiglie di vino

Una volta aperto, il vino tende naturalmente a perdere aroma e sapore nel corso del tempo, a causa della circolazione d'aria e per la presenza di ossigeno che ne provoca ossidazione.


Quante volte capita di aprire una bottiglia di vino e non finirla? Con i prodotti meno pregiati non è un gran problema ma, quando saliamo di prezzo, sarebbe un vero peccato rovinare il prezioso nettare.

In una bottiglia ben conservata si crea un ambiente atto a preservare al meglio sentori e gusto del vino, anche per diversi anni. All'apertura entra però dell'aria che necessariamente, con il passare del tempo, va ad incidere negativamente sulla bontà.

Rimettere un normale tappo non è molto efficace, ormai l'aria è entrata e continuerà ad agire. Una soluzione è data invece dall'accoppiata con tappi a tenuta stagna e una pompa in grado di creare il sottovuoto, quindi la quasi totale assenza di aria.

L'uso è semplice. Si posiziona il tappo sulla bottiglia, quindi applichiamo la pompa e con alcuni movimenti movimenti estraiamo l'aria. Una valvola nel tappo eviterà che questa possa rientrare. In tal modo il vino mantiene la sua fragranza per tempi decisamente più lunghi.

Andiamo quindi a fare alcune segnalazioni in proposito.

Un prodotto molto apprezzato dagli utenti e diffuso pressoché in tutto il mondo è la pompa a marchio Vacu Vin. Il kit base costa poco più di una decina di euro e comprende la stessa pompa e tre tappi con valvola. Il sistema avvisa con un click il raggiungimento del sottovuoto, quindi sappiamo sempre con certezza di aver ottenuto il giusto risultato.

Si può usare con tutti i tipi di vino, ad eccezione di quelli gassati o effervescenti come gli spumanti.

I tappi garantiscono una buona tenuta ermetica. Sono ovviamente riutilizzabili più volte e resistenti. Lavabili a mano o in lavastoviglie.
Le numerose recensioni li descrivono come tappi efficienti ed adatti allo scopo, chiudono perfettamente, non ci sono perdite e garantiscono un'ottima tenuta per diverso tempo. Insomma funzionano bene e sono affidabili.
Un set da ulteriori 6 tappi si prende per poco più di 10 euro.

Qualcuno li usa con soddisfazione anche per i succhi di frutta e verdura in bottiglia. Ottimi per mantenere freschi quelli realizzati con un estrattore slow juicer o centrifuga.

Buono anche il kit della Le Creuset, la stessa marca nota per le padelle e pentole in ghisa. Il set base è composto dalla pompa più 3 tappi Screwpull.
Il prezzo è un po' più alto, circa 20€ per quella nera e una decina di euro in più per quella metallica color nickel. Anche in questo caso possiamo ovviamente comprare dei tappi aggiuntivi.
Gli utenti descrivono un'ottima tenuta, apprezzano in particolar modo la presenza di 3 anelli su ogni singolo tappo. La pompa in metallo è molto solida e resistente.

Esistono poi dei tappi con pompa integrata.
Si posizionano sulla bottiglia e si preme il pulsante superiore fino a quando non rimane nella posizione bassa, a quel punto si è creato il giusto livello di sottovuoto. Per stappare basta inclinarlo da un lato per far entrare aria. Molto pratici e semplici.
Problemi: sono ingombranti e alti, alcune bottiglie potrebbero non entrare più in frigorifero. Inoltre presentano costi generalmente più elevati per singolo pezzo. Ad onor del vero, su Ebay si trovano anche a pochi euro l'uno.

Ho visto anche dei tappi da usare con la macchina sottovuoto. Ma il costo per ogni singolo pezzo non è conveniente, tanto vale utilizzare uno strumento dedicato espressamente a questo scopo. 

Arriviamo quindi ad una soluzione tecnologica. Il tappo elettronico della Macom. Completamente automatico e funzionante con 2 batterie ministilo AAA, basta posizionarlo e premere un pulsante per aspirare l'aria e creare il sottovuoto. Il sensore rimane sempre attivo, qualora si perda pressione si riattiva per ripristinare il sottovuoto.
Funziona bene ma l'efficacia dipende dalle bottiglie, con alcune la tenuta non è perfetta, si attiva spesso con conseguente elevato utilizzo delle batterie. Ad ogni modo ha un costo troppo elevato tenendo conto che funziona con una singola bottiglia.

Per le confezioni di vino da diversi litri, le aziende hanno ideato le Bag in Box. Una sacca in materiale plastico per alimenti all'interno di una scatola in cartone. Quando preleviamo del vino con il rubinetto integrato, la sacca si restringe in modo che non entri aria.
Qualcuno storcerà il naso nei confronti dell'impiego della plastica, ma in pratica non si provoca ossidazione e non si ha perdita di gusto. Inoltre il cartone protegge dalla luce.