Acquistare granuli vivi per fare il Kefir in casa

Il Kefir è una bevanda a base di latte fermentato originaria della zona del Caucaso, ma oggi diffusa in tutto il mondo in virtù delle sue proprietà benefiche. Come crearlo in casa. Acquistare starter kit e granuli per kefir di latte o d'acqua.

Ha gusto e consistenza in qualche modo simili allo yogurt naturale, ma risulta molto meno denso, quasi liquido. Salutisticamente migliore dal momento che presenta una maggiore ricchezza e varietà di batteri probiotici e lieviti utili al nostro organismo.



Il Kefir contiene fermenti lattici vivi, vitamine specialmente del gruppo B, proteine ad elevato valore biologico e minerali in forme altamente biodisponibili.

Tanti i benefici che gli sono attribuiti. Può migliorare la digestione ed il buon funzionamento dell'intestino, utile contro la stitichezza, potenzia il sistema immunitario, aiuta il corretto funzionamento del sistema nervoso, è un'ottima fonte di calcio. Per l'apporto di lattasi ed il limitato contenuto di lattosio può risultare adatto anche a chi ha una lieve intolleranza a quest'ultimo.

Trattasi insomma di una sorta di elisir benefico, da consumare abitualmente, preferibilmente la mattina a stomaco vuoto per trarre il meglio delle sue proprietà.

Come si prepara
Il processo per la sua creazione è semplice e alla portata di tutti.

Per il Kefir di Latte sostanzialmente si tratta di inserire in un contenitore i granuli ed un certo quantitativo di latte, ad esempio 5-10 grammi di granuli per 200-300 ml di latte. La proporzione ideale è il 5% in peso di grani di Kefir ma si può salire fino a 30% ed oltre.
Va bene qualunque latte animale, sia esso di mucca, pecora o capra.

Quindi si chiude il contenitore ma non in maniera stagna, mantenendo una minima circolazione di aria. Ottimo l'impiego di un panno carta da cucina fissato con un elastico al posto del tappo. Tenere il contenitore in ombra o leggera luce, mai al sole diretto, ad una temperatura compresa possibilmente tra 18 e 25 gradi.

Quanto tempo ci vuole?
La produzione avviene in un tempo variabile dipendente dalla temperatura e dalla quantità di granuli in rapporto al latte. In linea di massima, in 24 ore il kefir è pronto, ce ne accorgiamo perché inizia a separarsi la 'cagliata' più fluida da una parte liquida (il siero).

Se i granuli sono pochi o le temperature basse possiamo impiegarci anche 48 ore, viceversa con tanti granuli e temperature elevate (30-32 °C) il tempo si può ridurre a poche ore.


A questo punto il nostro Kefir è pronto. Dobbiamo filtrarlo per separare i granuli dal latte fermentato. A tal proposito aiutarsi con un cucchiaio ed un colino di plastica o acciaio inox, ma se possibile evitare i metalli dal momento che sono facilmente attaccati dall'acidità del kefir.

Il kefir prodotto può essere consumato al momento o mantenuto in frigorifero per alcuni giorni, anche più di una settimana. I granuli, invece possono essere riutilizzati per una nuova produzione.

In processo si può ripetere praticamente all'infinito. Inoltre nel tempo i granuli crescono in peso e volume, quindi possiamo produrre una maggiore quantità di kefir o donarli per diffondere l'uso di questa salutare bevanda.

Alcuni starter kit liofilizzati in bustina prevedono procedimenti diversi, e talvolta richiedono la yogurtiera. In tal caso seguire le istruzioni del produttore.

Il Kefir d'acqua segue più o meno lo stesso procedimento. La differenza risiede nella materia prima utilizzata, piuttosto che il latte si impiega acqua con un po' di zucchero, eventualmente succhi di frutta e aromi come menta o limone. Qualcuno lo usa anche con latte di riso, di mandorla o di soia, l'importante è che contenga degli zuccheri da fermentare.

In ogni caso, il Kefir d'acqua è molto più povero e meno valido sotto il profilo salutistico dal momento che contiene pochi ceppi di batteri e lieviti. Il vero kefir è solo quello di latte animale.

Acquistare granuli e starter kit di Kefir
Esistono fondamentalmente due vie per reperire l'ingrediente base per creare il Kefir, comprare dei preparati liofilizzati e standardizzati, ma io li sconsiglio, oppure usare granuli vivi e attivi provenienti da coloro che già lo producono artigianalmente in casa.




D'altronde, passaggio dopo passaggio, i grani di kefir tendono a proliferare e ad aumentare di volume, fino al punto in cui ne abbiamo troppi e non sappiamo più cosa farci. Alcuni li regalano a parenti ed amici, altri invece li vendono sulle piattaforme online.
In fondo il Kefir è arrivato fino a noi proprio in questo modo, ha attraversato i secoli grazie al passaggio di mano in mano.

Il preparato liofilizzato ha invece un uso limitato, dopo alcune produzioni perde forza vitale e dobbiamo sostituirlo con un'altra busta. Peraltro, molti preparati contengono un numero inferiore di ceppi di batteri e lieviti rispetto ai granuli.

Importantissima risorsa la piattaforma Ebay: KEFIR. Qui trovate sia prodotti commerciali che tantissime proposte di privati che vendono granuli di kefir di latte o d'acqua delle loro personali colture, con tanto di istruzioni dettagliate sul processo di preparazione, nonché set completi di barattoli, colino e accessori vari.
Qualcuno consiglia di buttare la prima preparazione in quanto i granuli freschi spediti per posta subiscono uno stress e non funzionano all'inizio in maniera ottimale. Dalla seconda preparazione in poi invece dovrebbe essere tutto perfetto.

Su Amazon ci sono le colture di avviamento per il kefir di latte e di acqua. Invero la scelta non è così ampia ma vi si trovano alcune proposte interessanti.


Un sito italiano specializzato nel settore è Kefir.it. Vi potete reperire il Kefir di latte o d'acqua già pronto, come pure le bustine liofilizzate in polvere per la produzione fai da te. Sono disponibili anche varianti con fibre. Purtroppo però non ha i granuli.

Infine vi segnalo Lidl. Vende il Latte di Kefir già pronto in bottiglie di plastica da 480gr, prezzo 0,69€. Semplici gli ingredienti: latte parzialmente scremato, fermenti lattici e lieviti. Niente zuccheri aggiunti o altri additivi. Magari non sarà come quello fatto in casa, ma è un buon modo per provarlo spendendo poco.