Tester per batterie e alternatore auto, da Lidl

Piccolo apparecchio con cui controllare lo stato della batteria dell'auto e la funzione di carica dell'alternatore. Come funziona, a cosa può servire e a chi è utile, prezzo e opinioni sul prodotto.

Nuovo modello 2020
A marchio Ultimate Speed e riconoscibile dal colore rosso per la scocca esterna dello strumento, codice modello UAWSB 2 B1. Prezzo 3,99€. Garanzia 3 anni, soddisfatti o rimborsati di 30 giorni.

Può controllare sia le batterie da 6V (tensione in ingresso 5,6-7,8 Volt) che da 12V (tensione in ingresso 11,5-15,5 Volt), nonché la funzione di carica fornita dall'alternatore. Riconoscimento automatico del tipo di batteria, o selezione manuale.
Magnete posteriore per fissarlo agevolmente alla carrozzeria durante la misurazione.


Funzionamento semplificato. Innanzitutto è necessario collegare i cavi alla batteria: morsetto nero sul polo negativo (-), morsetto rosso sul polo positivo (+), quindi bisogna osservare quali led si accendono.

Questo il significato dei vari led relativi alla batteria:

- very low charged, batteria scarica, ricaricare
- half charged, carica a metà, ricaricare
- fully charged, batteria completamente carica

Per rilevare il buon funzionamento dell'alternatore è necessario accendere il motore e tutte le utenze che consumano energia (luci, radio, sbrinamento del lunotto etc), poi accelerare leggermente (fino a 2500 giri) e controllare quale led si accende:

- charging OK, l'alternatore carica correttamente
- charging maximum, l'alternatore carica al massimo
- overvoltage/controller defect, alternatore guasto.

In quest'ultimo caso è bene contattare quanto prima un'officina, in quanto una tensione non adeguata può provocare danni ad altre parti elettriche ed elettroniche dell'auto, oltre che alla stessa batteria.


Modello precedente
Strumento a marchio Powerfix Profi esclusivo di Lidl. Reperibile unicamente durante i periodi di promozione. Prezzo 3,99 euro.

Adatto a tutti gli alternatori e alle batterie auto da 12 volt. Dotato di morsetti con impugnatura gommata e cavi da collegare direttamente sui poli della batteria, prima quello di colore rosso sul polo positivo e successivamente il nero sul negativo.

Le indicazioni sono fornite con led colorati sul pannello frontale.

Per la batteria
Collegare i cavi e verificare quale led si accende:
Rosso 11,5 volt - batteria scarica
Giallo 12 volt - matteria mezza carica
Verde 12,6 volt - batteria carica ed in grado di avviare correttamente il motore

Per l'alternatore (dinamo)
Collegare i cavi come sopra. Avviare il motore. Accendere tutti i dispositivi con assorbimento elettrico: fari, radio, lunotto termico etc. Aumentare brevemente il regime del motore fino a 2500 giri al minuto. Verificare quale led si accende:
Giallo o Verde - la carica avviene correttamente
Rosso - il regolatore di tensione è guasto, rivolgersi al più presto ad una officina elettrauto



Opinioni
Si tratta di uno strumento indispensabile? A chi può servire?

Sicuramente è utile disporre di un apparato con tali funzionalità, si usa facilmente e permette di verificare la salute della batteria o il buon funzionamento dell'alternatore. Peraltro costa pochissimo.

È improbabile che lo si usi tutti i giorni. Anzi, molte persone ne fanno semplicemente a meno, e quando si verifica un qualunque problema si rivolgono all'officina. È insomma utile ma non fondamentale.

Le auto moderne poi dispongono di controlli elettronici avanzati, e la presenza di anomalie viene segnalata da apposite spie sul cruscotto.

In realtà in un'auto che funziona bene la batteria dovrebbe risultare sempre carica. Se la troviamo scarica probabilmente c'è qualcosa che non va, ma ce ne accorgiamo anche dal semplice fatto che non fa accendere il motore, è ciò è difficile da prevedere.

Più utile se invece pensiamo di usarlo su una batteria che magari teniamo in garage, per controllare periodicamente il suo livello di carica.


Discorso diverso invece per l'alternatore, se carica con un voltaggio troppo elevato può provocare danni a vari componenti elettrici o elettronici, compresa la stessa batteria. Con un controllo periodico magari si riesce a salvare il salvabile, sempre se facciamo in tempo...

In passato mi è capitato di bruciare una batteria nuova in appena 3 giorni proprio perché l'alternatore forniva una corrente con tensione troppo elevata. Ecco, se avessi controllato in quei primi giorni con uno strumento simile, forse avrei potuto salvarla.

Tale strumento alla fin fine è un voltmetro, misura i volt e accende dei led in base alla tensione rilevata, in alternativa potreste usare un qualunque tester per elettronica, che peraltro fornisce informazioni più precise.
Ma questo di Lidl è facile da usare e le indicazioni semaforiche con led colorati sono di interpretazione intuitiva, anche per chi ne sa poco di volt e corrente in generale.

In conclusione, costa poco e può comunque risultare comodo. Se vi piace passare del tempo nella cura della vostra auto tenetelo pure in considerazione.

Parlando di alternative, se non lo trovate da Lidl o se state cercando un modello con differenti funzionalità, tante buone proposte in tal senso sono reperibili qui: tester batteria auto.
Quelli con funzionalità di base hanno un costo inferiore a 10 euro. Spendendo poco di più si prendono i modelli dotati di display digitale, per una misurazione più accurata della tensione.
Fino a quelli professionali, ben più costosi, che effettuano una completa diagnostica di alternatore e batteria, rilevando voltaggio, livello di carica, resistenza interna e stato di salute generale, sia per batterie classiche al piombo che quelle EFB, AGM e Gel.