Argo Husky raffrescatore, recensione completa

Ventilatore evaporativo realizzato dalla Argoclima. Prova completa del prodotto, recensione ed opinioni personali.


I ventilatori evaporativi, detti anche rinfrescatori o raffrescatori, permettono di creare un flusso di aria fresca sfruttando il naturale principio dell'evaporazione. Sono ecologici dal momento che non impiegano gas e presentano un consumo davvero ridotto.

L'effetto è quello di una piacevole brezza marina, fresca ma non fredda, l'aria viene filtrata e risulta gradevole, priva di polvere e senza sgradevoli odori. Tali strumenti si possono usare anche con porte e finestre aperte.

Argo Husky, confezione
Un modello particolarmente valido per caratteristiche e funzionalità è l'Husky realizzato e commercializzato dalla Argo Clima, azienda specializzata nel settore della climatizzazione e riscaldamento.

All'interno della confezione di cartone troviamo il raffrescatore Husky ben protetto da inserti in polistirolo. Telecomando con batteria a bottone. Manuale utente e scheda tecnica. Troviamo inoltre 2 siberini, delle mattonelle di ghiaccio utili per aumentare il potere rinfrescante.

L'apparecchio ha un design moderno, parallelepipedo a sviluppo verticale con forme arrotondate. Di colore bianco e pannello superiore nero.
Nella parte frontale spiccano le alette della griglia da cui fuoriesce l'aria, quando l'apparecchio è spento si serrano ed appaiono quasi come una tapparella chiusa.

Le alette esterne ed interne, possono muoversi automaticamente per spostare il flusso verticalmente o orizzontalmente, oppure essere fissate in una posizione scelta dall'utente.

La mobilità è garantita da 4 ruote piroettanti, due delle quali sono dotate di fermo di sicurezza per una maggiore stabilità.

Nella parte posteriore si trova l'apertura per la presa d'aria. Un filtro anti polvere evita l'accidentale ingresso di particelle in sospensione nell'aria e soprattutto degli insetti.
All'interno il pannello evaporativo di colore verde. Entrambi i componenti, pannello e filtro, possono essere rimossi e facilmente lavati.

Più in basso il serbatoio dell'acqua. Si può aprire di pochi centimetri per rabboccare l'acqua, oppure estratto totalmente per eventuali operazioni di pulizia o per inserire i panetti di ghiaccio. Un fermo a vite evita la sua apertura accidentale. Utile il filtro spugnoso per eliminare le impurità grossolane dall'acqua aggiunta o da quella di rientro dopo il passaggio attraverso il pannello evaporativo.

Blocco automatico in caso di serbatoio aperto, e blocco della funzione di raffrescamento in caso di acqua sotto il limite minimo.

Caratteristiche tecniche
La portata massima di aria è di 6,86 m³/minuto, ovvero 411 m³/ora. Più che sufficiente per un ambiente di medie dimensioni.

Assorbimento massimo 110 watt. Il consumo elettrico in standby è limitato a 0,19 watt per ora.
Il consumo medio tipico stagionale, ovvero per diversi mesi di utilizzo, è di complessivi 29 kilowatt.
La rumorosità massima è di 66 decibel, con ventola alla velocità maggiore.

Funzionamento
Il pannello superiore è quanto di più semplice ed intuitivo si possa trovare in un apparecchio di questo tipo.

Il pulsante grande serve per accenderlo e impostare la velocità su 3 livelli. Quello per la Modalità permette di scegliere tra un flusso costante e continuo, naturale o sleep.
Poi abbiamo i pulsanti per l'oscillazione automatica alto/basso e destra/sinistra.
Quello con la dicitura Cooler serve per attivare la funzione di raffrescamento.
Il pulsante del Timer permette di impostare lo spegnimento automatico dopo 1, 2, 4 o 8 ore.
Infine il tasto OFF per spegnerlo.
Qualunque impostazione viene mostrata sul pannello mediante simboli colorati illuminati con led. Pannello che abbassa la luminosità dopo 60 secondi per limitare il consumo energetico.

Le stesse funzioni, tranne l'accensione, sono replicate sul telecomando in dotazione.

Non necessita di alcuna istallazione. Basta collegarlo alla presa di corrente e premere un pulsante per accenderlo. Non ci sono tubi da far uscire dalla finestra. Possiamo usarlo in ambienti chiusi o aperti, volendo anche all'esterno.

Per usare la funzione di raffrescamento evaporativo, è necessario inserire dell'acqua nell'apposito serbatoio. La casa consiglia acqua demineralizzata. Naturalmente funziona bene anche con acqua normale, ma sarebbe preferibile che non sia molto dura per evitare incrostazioni sul lungo periodo.

Una piccola finestra trasparente permette di controllare il livello dell'acqua dalla parte anteriore, senza bisogno di girare l'apparecchio o aprire il serbatoio.

Premendo il pulsante Cooler si attiva una pompa che preleva l'acqua e la fa gocciolare sul pannello evaporativo. Entro pochi secondi questo viene completamente bagnato, l'acqua scende verso il basso e viene recuperata dal momento che cade nello stesso serbatoio.

Inserendo una delle due mattonelle di ghiaccio in dotazione l'acqua diventa naturalmente più fredda, e conseguentemente più fresca l'aria in uscita. Un buon risultato in tal senso si ottiene anche impiegando dell'acqua di frigorifero.

Un paio di parole sulla funzione Natural. Questa modifica dinamicamente il flusso d'aria ogni pochi secondi allo scopo di simulare il vento naturale, e può essere usata in combinazione alle varie velocità. L'effetto è davvero gradevole, risulta piacevole e non arreca alcun fastidio al contrario di ciò che accade con flussi continui e fissi.

La funzione Sleep è in pratica una Natural che con il tempo tende a diminuire la velocità. Utile durante le ore notturne.

Prezzo
Il costo di listino è di 179 euro, ma in giro è possibile reperirlo per cifre più convenienti di alcune decine di euro rispetto al prezzo standard.
Si trova a buoni prezzi su Amazon oppure sulla piattaforma Ebay. Lo si può anche acquistare in negozi di bricolage e supermercati specializzati nell'ambito della climatizzazione.

La prova - opinioni
Come già detto, il flusso di aria è sufficiente per trattare stanze di media superficie. Se impostato al massimo si avverte bene anche a 6 metri di distanza o più. Naturalmente per distanze inferiori conviene impostarlo su velocità bassa o media.

Attivando il raffrescamento l'aria appare effettivamente più fresca. Termometro ad infrarossi alla mano ho rilevato alcuni gradi in meno rispetto all'ambiente. Non al livello di un condizionatore sparato al massimo, ma decisamente gradevole e sicuramente meno dannosa. Nessun odore sgradevole.
In ogni caso la resa percepita può variare in funzione dell'umidità (l'evaporazione è maggiore con aria secca), della temperatura ambientale e dell'impiego o meno delle mattonelle di ghiaccio artificiale.

L'uso è quantomai semplice ed intuitivo, non richiede chissà quali conoscenze. Lo colleghiamo alla presa elettrica e premiamo un tasto. Punto.
Ottimi i sistemi di sicurezza con blocco automatico. Con il serbatoio aperto l'apparecchio si spegne. Se l'acqua scende sotto il minimo, l'elettronica di controllo emette dei bip sonori, e la funzione di raffrescamento si arresta, mentre continua a funzionare come normale ventilatore. In pratica si evita che la pompa dell'acqua si danneggi girando a vuoto.

Da non confondere con i ventilatori dotati di nebulizzatore, tali sistemi immettono particelle di acqua, micro goccioline, che tendono a bagnare l'area antistante. Invece i raffrescatori come l'Husky non bagnano alcunché e possono essere usati in ogni ambiente, anche con mobili di pregio in legno o pavimenti in parquet.

Al pari di un ventilatore, l'effetto si avverte maggiormente quando l'aria ci arriva addosso. A tal proposito risultano utili le funzioni di oscillazione automatica su/giù e destra/sinistra che permettono di coprire un'area più ampia.

Personalmente trovo l'Argo Husky molto valido, ed in questi giorni con i primi caldi intensi lo sto utilizzando pesantemente. Mi ha permesso di usare molto meno il climatizzatore.
Apprezzo in particolar modo il fatto che funzioni bene sia con porte e finestre chiuse che aperte, l'aria subisce un continuo ricambio e non appare mai stantia, viziata. Non ci sentiamo prigionieri in casa nella morsa del caldo.

Importante comprendere cos'è, come funziona e quali sono i suoi limiti. Sicuramente non è un climatizzatore, non permette un controllo preciso sulla temperatura e non la abbassa di molto all'interno degli ambienti.

Ma un raffrescatore porta in dote diversi vantaggi. Innanzitutto consuma pochissimo, anche 10 volte di meno rispetto ad un condizionatore. Ha meno vincoli nell'uso e porta meno problemi con allergie alla polvere o altre particelle in sospensione nell'aria. In talune applicazioni offre un livello di comfort superiore rispetto al classico climatizzatore.

L'Husky è un modello avanzato e ricco di funzioni. Tutto appare perfetto e nulla è lasciato al caso.
Facile da usare ed efficace. Il costo è a mio avviso più che ragionevole in rapporto a quanto offerto. Molti modelli in questa fascia di prezzo non prevedono l'oscillazione automatica indipendente in entrambe le direzioni.
Acquisto sicuramente consigliato.

In un'altra pagina di questo stesso sito trovate una completa rassegna di raffrescatori evaporativi ad uso casalingo, oppure quelli più potenti e costosi da impiegare in ambito industriale, commerciale, luoghi di lavoro o comunque per grandi ambienti.