Macchina affilatrice Parkside da Lidl, opinioni

Elettroutensile in grado di affilare lame di forbici o coltelli, punte da trapano e scalpelli. Come funziona, caratteristiche tecniche, prezzo, opinioni sul prodotto.

La macchina affilatrice venduta da Lidl è a marchio esclusivo Parkside, modello PSS 65 A1. Nel momento in cui scrivo ha un costo di 17,99 euro. Disponibile solo durante i periodi di offerta e comunque fino ad esaurimento scorte.

Tale strumento rende le operazioni di affilatura più rapide, semplici e sicure. Cambiando accessorio permette di svolgere diversi compiti sfruttando il medesimo disco abrasivo diamantato.

Questo il contenuto della confezione: apparecchio base con motore e mola abrasiva, seconda mola di riserva, modulo per coltelli e forbici, modulo per punte da trapano, modulo per ceselli e scalpelli, istruzioni utente in più lingue compreso l'Italiano.

Si alimenta mediante presa elettrica a 220V. Assorbimento massimo 65 watt. Disco abrasivo con diametro di 48 mm. Giri a vuoto 6700 al minuto. Angolo di molatura tra 15° e 50°. 

L'accessorio per lame è utilizzabile per forbici e coltelli, peraltro permette di affilare singolarmente sia da un lato che dall'altro. Questa caratteristica lo rende utile in particolare per le forbici oppure per quei coltelli che presentano il filo solo da un lato, ad esempio il Santoku e altri modelli giapponesi che, per questa loro peculiarità, non possono essere trattati con i normali affilacoltelli da cucina.

L'accessorio per punte ha ovviamente lo scopo affilare le punte da trapano classiche ad albero cilindrico, con diametro compreso tra 3 e 10 cm.

L'accessorio per scalpelli permette di affilare la punta di ceselli e scalpelli per legno o ferro. Grazie ad una manopola di regolazione possiamo cambiare l'inclinazione in modo da renderla uguale a quella della punta dello scalpello.


Garanzia standard di 3 anni più quella soddisfatti o rimborsati tipica di Lidl della durata di 3 mesi.
Certificazioni GS e TÜV che ne attestano la qualità, sicurezza, facilità d'uso e affidabilità nel corso del tempo.

Opinioni
Lo strumento più classico per affilare le lame è la pietra Cote, con diverse granulometrie per vari livelli di finitura, adatta a qualunque tipologia di lama e filo.
Si bagna inizialmente con acqua, quindi ci si passa la lama sopra con la giusta pressione e inclinazione. Eccezionale, offre sicuramente risultati professionali, ma richiede esperienza, manualità, pazienza e un pizzico di passione.

Altro strumento molto usato in cucina è la coda per coltelli, detta anche acciaino, un cilindro in acciaio con rivestimento in altri materiali duri. Lo si vede spesso usare dal macellaio o salumiere. Risulta maggiormente adatto per rinnovare il filo con una certa frequenza, alla lunga bisogna comunque ricorrere alla pietra per ripristinare le giuste funzionalità di taglio.

Gli affilacoltelli da cucina sono efficaci e facili da usare, taluni modelli addirittura possono trattare le lame in ceramica.
Non permettono un controllo sull'inclinazione del filo, in generale non fanno bene alle lame e risultano inadatti a quelle con il filo da un solo lato. Intendiamoci, costano poco e funzionano benissimo, ma non li consiglierei qualora aveste coltelli ultra costosi da trattare con la massima cura.

L'affilatrice di Lidl a mio avviso rappresenta un valido compromesso. Permette di ottenere risultati di buon livello con grande facilità e minimo sforzo. Richiede una minore esperienza rispetto alla pietra, ad ogni modo bisogna concentrarsi e studiarne bene il funzionamento per imparare a sfruttarla al meglio.

Ovviamente non la consiglio a chi ha solo uno o due coltelli da cucina da affilare. Se poi sono anche economici, con costo inferiore ai 20-30 euro, allora proprio non ne vale la pena.

In cucina abbiamo diversi coltelli da chef ad uso generico, quello che usiamo più spesso è curiosamente il più economico, a marchio Ernesto e comprato sempre da Lidl.
L'acciaio non è eccezionale, e infatti non mantiene il filo a lungo. Ma ha la classica affilatura a 'V' da entrambi i lati e, grazie ad un normalissimo affilacoltelli, al bisogno (circa una volta al mese), lo rendiamo di nuovo tagliente in pochi secondi.

In ogni caso, ricordatevi che questi strumenti risultano adatti per affilare unicamente le lame lisce, e non quelle a seghetta.

Finisco con un aneddoto:
Qual è il coltello più pericoloso?
Quello che non taglia bene!