Freeze Fan condizionatore portatile, opinioni

Freeze Fan Plus è un raffrescatore portatile, permette di ottenere aria fresca con un bassissimo consumo, alimentato a batterie o corrente elettrica. Come funziona, risulta essere davvero efficace? Confronto con ventilatori, climatizzatori e raffrescatori più grandi.

Si avvicina la stagione calda e sentiamo il bisogno di usare strumenti capaci di garantire una temperatura più confortevole all'interno degli ambienti della nostra casa o ufficio.

Il classico ventilatore di fatto sposta solo aria calda e apporta scarsi benefici.
Climatizzatori e condizionatori sono sicuramente potenti, ma in molti casi richiedono un intervento di installazione e comunque consumano molta corrente.

Nelle televendite viene proposto Freeze Fan, descritto come climatizzatore portatile.
L'aria viene fatta passare attraverso un pannello imbevuto di acqua, la quale evapora e per un naturale principio fisico sottrae all'aria energia sotto forma di calore.
Il risultato è quello di avere in uscita un flusso di aria con alcuni gradi in meno rispetto a quella in ingresso.

È silenzioso e quindi utilizzabile anche in ambienti notturni. Non richiede alcuna installazione, anzi l'alimentazione a batteria lo rende estremamente portatile. Depura l'aria e funziona come umidificatore, ovvero aumenta l'umidità nell'ambiente in cui viene posizionato (non è sempre un vantaggio). Presenta consumi bassi ed è ecologico dal momento che non fa uso di gas refrigeranti e non inquina.

Può essere proposto durante le televendite ma si può acquistare anche online. Al momento in cui scrivo costa 39 euro più spese di spedizione che ammontano a 10€, o 15€ se si paga in contrassegno.

Opinioni
Leggendo la descrizione di chi lo vende si ha quasi l'impressione di un apparato tuttofare, che possa sostituire i sistemi di condizionamento dell'aria normalmente usati in casa e che porti in dote solo tanti vantaggi; ma ovviamente non è così.


In qualche modo mi ricorda quelle mini stufette elettriche tipo fast heater e handy heater, proposte in TV durante il periodo invernale. Piccole, portatili e dal basso consumo, ma anche abbastanza inutili dal momento che l'effetto calorifero è appena avvertibile e non adatto per riscaldare a sufficienza ambienti anche medio piccoli.

Non sono fornite molte informazioni tecniche, e questo non è un bene. Ad ogni modo deduco possa trattarsi di un raffrescatore, detto anche rinfrescatore o ventilatore evaporativo.

Per maggiori informazioni vi consiglio di leggere l'articolo riguardante i Raffrescatori evaporativi. Vi troverete spiegazioni dettagliate sul loro funzionamento e segnalazioni su alcuni dei migliori modelli sul mercato.

Cionondimeno non bisogna fare di tutta l'erba un fascio, non tutti i raffrescatori risultano validi. Quelli più grandi sono straordinari, consumano alcune centinaia di watt e sono adatti per spazi commerciali, magazzini o chiese, persino per l'impiego all'aperto.
Quelli usati in casa consumano generalmente meno di 100 watt, non sostituiscono il climatizzatore ma risultano comunque utili in molti frangenti.

Freeze Fan è di piccole dimensioni, mi piace il fatto di poterlo portare e usare dappertutto, volendo anche in campeggio o dove non sia disponibile una presa di corrente. Ma di sicuro non possiamo attenderci grandi prestazioni.

Personalmente lo paragonerei ad un ventilatore USB da computer, con il vantaggio di generare un flusso di aria un po' più fresca rispetto a quella nell'ambiente. Suppongo però che la quantità di aria mossa sia però molto inferiore rispetto ad un normale ventilatore con pale da 35 o 40 cm di diametro.

Domande sul prodotto. Al momento non trovo risposte ad alcune mie domande, pertanto ogni valutazione si deve basare unicamente su supposizioni.
Qual è il flusso d'aria in m³ per ora?
Quanto consuma quando collegato alla presa di corrente?
L'alimentatore da rete è fornito?
Quali batterie usa e quanto durano?
Quanto è grande il serbatoio di acqua e qual è la sua autonomia?

L'unico reale vantaggio di questo strumento è l'impiego a batterie, ma questa caratteristica può facilmente tramutarsi un uno svantaggio per via del costo delle stesse. In presenza di una presa di corrente conviene sempre usarlo con l'alimentazione di rete.

Conclusioni - Lo comprerei?
Personalmente no, per quando vado in giro ho già un ventilatore USB che collego ad un powerbank, una batteria esterna per telefoni cellulari. Non è la stessa cosa ma ci si può accontentare.
In famiglia, ci troviamo benissimo con i raffrescatori da casa, ben più potenti ed efficaci, comunque spostabili facilmente da una stanza all'altra grazie alle rotelle di cui sono dotati.
Poi, quando vogliamo raffreddare l'intero ambiente, passiamo alle maniere forti e accendiamo il climatizzatore.

In un altro articolo di questo stesso sito abbiamo parlato anche dei Mini Aircon e Fast Cooler Pro proposti nelle televendite, anch'essi portatili e con il medesimo principio di funzionamento.
Comunque, da come la vedo io, gli apparati giocattolo sono pressoché inutili per l'impiego in casa. Possono avere una loro ragion d'essere unicamente quando ci si trova lontani da una presa elettrica.